Aggiungi al carrello
prezzo: € 1,99

Playmaker

racconto lungo


Anteprima
Data uscita
Febbraio 2015
Protezione DRM
Watermark
Formati disponibili
EPUB per iPad, iPhone, Android, Kobo o altri ebook reader, Mac o PC con Adobe Digital Editions
MOBI per Kindle, Kindle Fire
(potrai scegliere quale formato scaricare direttamente dalla tua pagina di download)
Pagine
27 (stima)
Venduto da
Delos Digital srl
Autore
Giuliano Giachino
Collana
Classici della Fantascienza Italiana n. 38
Delos Digital 2015 - ISBN: 9788867756520
Genere
NarrativaFantascienzaAvventura
NarrativaFantascienzaHigh Tech
NarrativaFantasy

Chi è Ahdnàs il Creatore? Chi sono Sandha la Sconosciuta, Lyanna la Consolatrice, Rende il Determinato, Heke l’Arlecchino? Uno di loro è il Playmaker, colui che ha creato il mondo. E il loro scopo è ucciderlo.

Ahdnàs il Creatore, Sandha la Sconosciuta, Lyanna la Consolatrice, Rende il Determinato, Heke l’Arlecchino. Cinque personaggi misteriosi, su un mondo dai contorni magici e leggendari. Uno di loro è il Playmaker, colui che ha creato il mondo in cui vivono. Lo scopo degli altri quattro è scoprirlo e ucciderlo. Un gioco, ma un gioco nel quale le cose non sono mai come sembrano. E forse anche il confine tra sogno e realtà non è dove ci si aspetta.

Un racconto di grande fantascienza italiana che ha raccolto consensi in tre premi letterari. 


Giuliano Giachino è nato a Torino il 25/4/1943, medico-chirurgo specialista in nefrologia, già primario del servizio di nefrologia e dialisi presso l’ospedale di Ivrea (1985-1990) e direttore dell’unità operativa complessa di nefrologia e dialisi presso l’ospedale di Rivoli (1990-2002). Attualmente pensionato. Appassionato di science fiction sin dal 1958, ha iniziato a scrivere nel 1975 con una produzione quantitativamente scarsa ma costante nel tempo, rappresentata da racconti, articoli, saggi, recensioni librarie e cicli di conferenze, apparsi su fanzine, riviste, quotidiani, antologie in volume e sulla rete internet. Vincitore dei Premi The Time Machine (1976); Mary Shelley (1979); Courmayeur (1993 e 1996); Future Shock (1994) e del Premio Italia nel 1998; ripetutamente finalista in questi stessi ed in altri premi letterari (Terre del sogno; Montagne d’argento; Fredric Brown; Interviste impossibili; Akery; Omelas; Pickwick). Nel quadriennio 2008-2012 ha tenuto presso l’UNITRE (Università delle tre età) di Torino un corso sulla fantascienza (La fantascienza: letteratura di pura evasione o anche d’impegno?). Ha tenuto altre conferenze su argomenti relativi alla fantascienza presso circoli culturali e scuole di diverso grado e nel corso di numerose convention degli appassionati ed operatori nel campo della letteratura del fantastico. Iscritto alla World S.F. Italia, per oltre un quarto di secolo (1977-2004) è stato uno dei più assidui frequentatori delle convention annuali degli appassionati di science fiction e letteratura dell’immaginario.