Aggiungi al carrello
prezzo: € 1,99

Arena

racconto lungo


Anteprima
Data uscita
Gennaio 2015
Protezione DRM
Watermark
Formati disponibili
EPUB per iPad, iPhone, Android, Kobo o altri ebook reader, Mac o PC con Adobe Digital Editions
MOBI per Kindle, Kindle Fire
(potrai scegliere quale formato scaricare direttamente dalla tua pagina di download)
Pagine
39 (stima)
Venduto da
Delos Digital srl
Autore
Fredric Brown
Titolo originale
Arena
Collana
Robotica n. 25
Delos Digital 2015 - ISBN: 9788867756247
Genere
NarrativaFantascienza
NarrativaFantascienzaAvventura
NarrativaFantascienzaBrevi Racconti
NarrativaSuspense

Un uomo contro un alieno: dal loro scontro dipende il destino di due civiltà.
Un grande classico dal quale è stato tratto uno dei più famosi episodi di Star Trek

Un uomo e un alieno, soli, su un pianeta inospitale. Sono chiamati a confrontarsi come campioni della propria specie, ma non hanno a disposizione armi, se non quelle che saranno in grado di costruisi da sé, con le poche risorse offerte dal pianeta.

Fredric Brown firma un grande classico della fantascienza, dal quale nel 1967 Gene L. Coon trarrà (molto liberamente) l'omonimo episodio di Star Trek.


Fredric Brown è nato a Cincinnati nel 1906 ed è morto a Tucson nel 1972. Apprezzatissimo scrittore di gialli vincitore del Premio Edgar, Brown è noto nella fantascienza soprattutto per i suoi straordinari racconti brevi e brevissimi, come il famoso Sentinella o La risposta, col quale nel 1954 anticipava in poche righe il moderno concetto di singolarità tecnologica, o ancora Arena, incluso tra i migliori 25 racconti di fantascienza di tutti i tempi e dal quale è stato tratto un celebre episodio di Star Trek. Brown ha in curriculum anche due dei più divertenti e brillanti romanzi di fantascienza dell’età d’Oro: Marziani, andate a casa! (1955, Delos Books), incluso da varie fonti nei cento migliori romanzi di fantascienza di tutti i tempi, e Assurdo universo (1949), che sotto l’ironia irresistibile di Brown anticipa temi che saranno al centro dell’opera di Philip K. Dick.