Aggiungi al carrello
prezzo: € 3,99

Scialle nero

racconti


Anteprima
Data uscita
Ottobre 2021
Protezione DRM
Watermark
Formati disponibili
EPUB per iPad, iPhone, Android, Kobo o altri ebook reader, Mac o PC con Adobe Digital Editions
MOBI per Kindle, Kindle Fire
(potrai scegliere quale formato scaricare direttamente dalla tua pagina di download)
Pagine
238 (stima)
Venduto da
Delos Digital srl
Autore
Luigi Pirandello
Collana
Immortali n. 9
Delos Digital 2021 - ISBN: 9788825417883
Genere
Arti RappresentativeNarrativa
Narrativa
NarrativaAntologie
NarrativaBrevi Racconti

Quindici novelle che ci trasportano nelle zolfare della Sicilia rurale, in asfittici paeselli in cui si dipanano micragnose esistenze scandite dal pettegolezzo e dalla miseria morale, e nella nostra capitale, una Roma lontana dai fasti dei monumenti e della mondanità, squallida, bolsa e abbruttita.

Non si tratta di una raccolta omogenea nella quale i racconti seguono un filo conduttore, si svolgono nello stesso contesto o si abbandonano lungo le medesime corde emotive, ma di un compendio composito in cui il tono emozionale, lo stile e l’ambientazione sono eterogenei e multiformi. Questa mancanza di coerenza interna, lungi dall’essere un difetto, rappresenta l’aspetto più interessante di Scialle nero, perché pure per il lettore più maldisposto e svogliato sarà impossibile sentire anche una minuscola puntura di tedio. Si alterneranno così le risate (spesso amare) alla commozione, la riflessione sulla peritura e a tratti assurda condizione umana al godimento per la rappresentazione incantata (ma senza scivoloni verso immagini da cartolina illustrata) della natura.


Luigi Pirandello (Agrigento, 1867 – Roma, 1936) è uno degli scrittori italiani più apprezzati in patria e all’estero. A dare una spinta internazionale alla sua fama contribuirono largamente le opere teatrali, portate in tournée dallo stesso Pirandello in giro per il mondo, e la vittoria del premio Nobel (nel 1934). Celebre soprattutto per i romanzi (citiamo, solo per fare due esempi, Il fu Mattia Pascal del 1904 e Uno, nessuno e centomila del 1926) e gli scritti drammatici, in particolar modo la trilogia del teatro nel teatro (Sei personaggi in cerca d’autore del 1921; Ciascuno a suo modo del 1924; Questa sera si recita a soggetto del 1929), fu anche saggista (fondamentale per indagare la sua poetica è il trattato L’Umorismo del 1908), poeta, giornalista (collaborò, tra le altre testate, con il “Corriere della Sera”) e autore di numerosissimi racconti, pubblicati nella macroraccolta in XV volumi Novelle per un anno (1922-1937).