Aggiungi al carrello
prezzo: € 1,99

Il colore della pioggia

racconto lungo


Anteprima
Data uscita
Dicembre 2018
Protezione DRM
Watermark
Formati disponibili
EPUB per iPad, iPhone, Android, Kobo o altri ebook reader, Mac o PC con Adobe Digital Editions
MOBI per Kindle, Kindle Fire
(potrai scegliere quale formato scaricare direttamente dalla tua pagina di download)
Pagine
60 (stima)
Venduto da
Delos Digital srl
Autore
Aina Sensi
Collana
Senza sfumature n. 133
Delos Digital 2018 - ISBN: 9788825407716
Genere
NarrativaBrevi Racconti
NarrativaGay
NarrativaRomantico
NarrativaRomanticoBrevi Racconti

Hasani era un clandestino, senzatetto, invisibile. Fino a un giorno di pioggia, quando Valerio gli ha offerto un ombrello per ripararsi.

Io non sono ciò che ho sofferto; sono anche le mie vittorie, tutto quello a cui sono sopravvissuto.

Hasani è un clandestino che porta sulla schiena le cicatrici del suo passato.

Nella pioggia sente il legame con l’energia di ogni cosa. Gli ombrelli, capolavori che realizza con un pizzico di magia africana, sono il modo in cui racconta l'animo delle persone alle quali sono destinati.

Io sto bene, Valerio. Smettila di preoccuparti per me.

Ma ci sono casi in cui la pietà è solo una forma di amore. Hasani riuscirà ad accettarlo?

Non so perché sento certe cose. Non lo voglio, ma…

Ma non puoi combatterlo. E non puoi curarlo; puoi solo accettarlo.

Valerio non è ancora rassegnato a essere un ragazzo anomalo, ma l’amicizia con un “invisibile” gli apre gli occhi. Affascinato dal modo in cui Hasani incarna talento e combattività, inizia a chiedersi se la normalità non sia solo un insieme di molti diversi.

Con la sua dolcezza, Valerio proverà a insinuarsi, uno strato alla volta, sotto la corazza fiera del giovane dalla pelle color caffè. Una richiesta di accettazione che non potrà essere ignorata.


Aina Sensi è lo pseudonimo con cui una donna e una mamma scrive senza inibizioni.

I suoi racconti spaziano su un arcobaleno di sensazioni, dal rosa, al porpora, al nero, con l’intento di esplorare e condividere quelle esperienze, desideri, traumi che le scatenano un brivido dentro; sensazioni che inesorabilmente la rappresentano, perché anche se ambientate in un genere fantasy, fantascientifico o mitologico, non si può scrivere di qualcosa che non si è mai provato.

Aina non è altro che la sintesi di quelle briciole di amore, dolore, frustrazione, desiderio, disseminate in ogni storia; ogni racconto è autobiografico nelle emozioni che trasmette.