Aggiungi al carrello
prezzo: € 2,99

Katakombs

romanzo breve


Anteprima
Data uscita
Aprile 2014
Protezione DRM
Watermark
Formati disponibili
EPUB per iPad, iPhone, Android, Kobo o altri ebook reader, Mac o PC con Adobe Digital Editions
MOBI per Kindle, Kindle Fire
(potrai scegliere quale formato scaricare direttamente dalla tua pagina di download)
Pagine
79 (stima)
Venduto da
Delos Digital srl
Autore
Massimo Rainer
Collana
The Tube Nomads n. 4
Delos Digital 2014 - ISBN: 9788867752713
Genere
NarrativaAzione e Avventura
NarrativaBrevi Racconti
NarrativaFantascienzaBrevi Racconti
NarrativaHorror

Dopo la torre ponte-radio delle allucinazioni, i quattro Nomads continuano la discesa verso la Stazione 28. La minaccia degli infetti è costante e la fame e la sete si fanno sentire: Korvin, Red-Eye, Doc e Jester hanno bisogno di un rifugio. Lo troveranno nella Casa del Signore. O forse del Demonio...

Dopo “Cold Zero” (parte 1 e 2) di Alan D. Altieri e “Ghost in the machine” di Danilo Arona, ecco il terzo capitolo di The Tube Nomads, la serie spin-off di The Tube, la saga horror del momento.

Lasciatisi alle spalle la stazione di sorveglianza Ecom-Con 334 e la torre ponte-radio dei fantasmi, i quattro Nomads continuano a scendere verso valle, accompagnati dalla pioggia incessante, dal timore di dover fronteggiare altri infetti, e da nuovi avversari: la fame e la sete. Il loro pellegrinaggio li porterà prima a tornare nel villaggio degli ammorbati vicino a Ecom-Con 334 e poi in un antico monastero dimenticato da Dio e dalla civiltà. Qui troveranno ad accoglierli gli amici, uomini e donne fuori dal tempo, capeggiati dal Priore, non esattamente l’araldo più fulgido della religiosità. Ma è sotto al monastero che Korvin, Red-Eye, Doc e Jester dovranno affrontare il lato più buio del terrore…


Massimo Rainer, quarantaquattro anni, avvocato penalista, milanese, dorme tre ore a notte, si nutre quando capita, fuma forsennatamente e beve taniche di caffè; nonostante questo, è ancora vivo. Nutre da sempre la passione per l’Estremo e il Lato Oscuro, forse per conservare il senno. Presente in alcuni racconti per il Giallo Mondadori, è al suo quarto romanzo, dopo “Rosso italiano” (Barbera, 2007), “Chiamami Buio” (Todaro, 2011) e “Limite ignoto” (Mezzotints, 2013).