Aggiungi al carrello
prezzo: € 30,00 per i soci: € 27,00

L'incubo ha mille occhi

Saggistica


Data uscita
Dicembre 2019
Copie disponibili
solo una copia
Pagine
240
Rilegatura
brossura
Tempi medi di preparazione prima della spedizione
7 giorni
Venduto da
Bazaar del Fantastico
bazaar@delosstore.it
Autore
Riccardo Valla e Antonino Fazio
Collana
Bilbioteca di Alessandria n. 3
Elara 2010
Reparto
Noir
Genere
Fantascienza, Saggi

Era dal 1986, anno di uscita del volume Nero su Nero. Tutto su Cornell Woolrich (supplemento all'Omnibus Mondadori Appuntamenti in nero) che non vedeva la luce un libro dedicato al grande autore americano, maestro del Noir, le cui storie angosciose e piene di suspense hanno tenuto col fiato sospeso generazioni di lettori. La raccolta di saggi critici approntata da Riccardo Valla e Antonino Fazio mette insieme i punti di vista di diversi studiosi e appassionati, che esplorano l'universo narrativo woolrichiano in tutte le sue pieghe, sfumature e sfaccettature, per comporre un quadro d'insieme, la cui complessità non mancherà di apparire al lettore nella sua correlazione con la personalità altrettanto complessa e variegata del Woolrich uomo e scrittore. Abbiamo così modo di vedere Woolrich sotto il profilo dello scrittore pulp (Riccardo Gramantieri), dell'interprete atipico del noir classico (Salvatore Proietti) dell'autore di mystery (Igor Longo). Giuseppe Lippi, oltre ad offrirci un inedito confronto tra Woolrich e Rex Stout, tratta in particolare gli aspetti, nella narrativa di Woolrich, che lo qualificano come scrittore del terrore o del soprannaturale. Alessandro Fambrini analizza la sua tendenza a costruire scene basate sulla percezione visiva, e Giuseppe Panella prende in esame l'ambiente metropolitano, descritto da Woolrich come luogo dell'incubo. Antonella Liscio parla delle donne che compaiono nelle sue storie, mentre Bruno Vitiello individua le tipologie fondamentali entro le quali possono essere fatti rientrare i suoi personaggi femminili. Antonino Fazio, autore anche di un articolo biografico, parla dell'angoscia esistenziale di Woolrich, e analizza le diverse modalità con cui egli la rappresenta nelle sue storie. Riccardo Valla, a sua volta, mette in luce come, in Woolrich, l'evenienza del delitto è il modo in cui il Fato interviene per negare agli umani la loro aspirazione alla felicità. Completano il volume una cronologia e una filmografia (a cura di Riccardo Gramantieri) e la bibliografia in italiano (a cura di Antonino Fazio)