Aggiungi al carrello
prezzo: € 21,90 per i soci: € 19,71

Acque profonde. Tutti i racconti di mare. Vol. 2

Antologia personale


Data uscita
Dicembre 2018
Copie disponibili
ampia disponibilità
Pagine
390
Rilegatura
brossura
Tempi medi di preparazione prima della spedizione
1 giorni
Venduto da
Bazaar del Fantastico
bazaar@delosstore.it
Autore
William Hope Hodgson
Collana
Biblioteca dell'Immaginario n. 14
Edizioni Hypnos 2018 - ISBN: 9788896952740
Reparto
Fantastico
Genere
Horror, Narrativa

"Acque profonde" è il secondo di tre volumi che raccolgono tutti i racconti di mare di William Hope Hodgson, e comprende dieci racconti composti tra il 1912 e il 1914, tra cui capolavori come "Il relitto" e "La nave di pietra", e una serie di storie legate al mito del Mar dei Sargassi. Dalla postfazione di Pietro Guarriello: "il Mar dei Sargassi, luogo dell'Ignoto per eccellenza, è servito egregiamente allo scrittore per esplorare l'irrealtà e le zone di confine dell'esistenza umana. Si può dire che su di esso Hodgson abbia costruito un mito, che sebbene non sia di vasta portata o ambizioso, come quello dei Miti di Cthulhu di Lovecraft, resta comunque una parte importante del suo lavoro e un caposaldo della letteratura fantastica."

WILLIAM HOPE HODGSON (1877 – 1918) - Considerato tra i padri del genere weird, William Hope Hodgson, è tra i più importanti autori inglesi di genere fantastico. Scrisse quattro romanzi, Naufragio nell’Ignoto, I Pirati Fantasma, La Casa sull’Abisso, e La Terra dell’Eterna Notte, e circa un centinaio di racconti. Tra i personaggi creati dalla sua penna il più celebre è l’investigatore dell’occulto, Carnacki, il cacciatore di spettri. Hodgson oltre che scrittore fu uomo d’azione, marinaio e fotografo, e molte delle sue storie, compreso il suo romanzo capolavoro, La Casa sull’Abisso, sono legate al tema del viaggio e del mare. Arruolatosi volontario nell’esercito britannico, morì in Francia durante un bombardamento nell'aprile del 1918. Disse di lui H.P. Lovecraft: “In pochi lo eguagliano nell’adombrare la vicinanza di forze sconosciute e di mostruose entità attraverso accenni casuali e particolari insignificanti, oppure nel comunicare le sensazioni dello spettrale e dell’anormale legati ai luoghi”.