Aggiungi al carrello
prezzo: €13.00€ 5,00 SCONTO 62%

Il Vento soffia nella Foresta - Il "Marchio" dei Merovingi

Romanzo


Data uscita
Settembre 2020
Condizioni
 
nuovo legenda
Copie disponibili
solo una copia
Pagine
285
Venduto da
BCLibri
bclibri@delosstore.it
Autore
Teresa Buongiorno
Collana
Varia Salani
Salani Editore 2005
Genere
Fantasy

Lo scontro tra l'imperatore Carlo Magno e il ragazzo erede di un vecchio mondo leggendario. PRIMA EDIZIONE - NUOVO - Brossura con alette -

«Quando aveva attraversato il villaggio la gente l'aveva osservato, curiosa. Non era cosa comune vedere un monaco con un bimbo in spalla, e la capra aggiungeva stranezza a stranezza...
Imboccarono il sentiero della foresta, e la gente, nel villaggio, si fece il segno della croce: non c'era un cristiano che avrebbe osato addentrarsi nel bosco durante la notte, a meno che non avesse fatto un patto col diavolo, o che cercasse la morte. Avventurarsi nella foresta maledetta con un bambino, poi, era cosa inaudita. Le vecchie storie parlavano di sacrifici pagani perpetrati sotto le antiche querce, e di bambini sgozzati in onore di Satana. Del resto il viottolo denunciava l'abbandono, era invaso dai rovi e a tratti scompariva, inghiottito dal bosco. Il monaco pareva non darsene pensiero. Procedeva assorto nel suo borbottio, un poco incespicando, un poco arrestandosi per le impennate della capretta, finché scomparve tra gli alberi, frustati dal vento. Le foglie ingiallite scricchiolavano sinistramente sotto i suoi passi e l'intera foresta sembrava lamentarsi nel freddo. Scendeva rapidamente la notte. Sarebbe stata lunga e buia».

Siamo nel 792 dopo Cristo, Carlo Magno non è ancora imperatore, la Francia ancora non esiste, Roma è una città di ventimila abitanti e Parigi un borgo sull'isola della Senna. Il suo parco, oggi chiamato Bois de Boulogne, è una foresta sconfinata. Ed è ai confini di questa foresta che inizia, una sera di novembre, la storia della detronizzazione dei Merovingi. Una storia dimenticata, ma affascinante e importante. I personaggi che la popolano sono tutti esistiti: re e regine, abati e coloni, mendicanti, monaci e vagabondi, angeli e demoni...