prezzo: € 6,00 con Delos Card: € 5,70

Il Veggente -

Romanzo


Data uscita
Ottobre 2020
Condizioni
 
near mint legenda
Copie disponibili
nessuna
Venduto da
BCLibri
bclibri@delosstore.it
Autore
Jonas Lie
Collana
Biblioteca del Minotauro n. 23
Serra e Riva Editori 1981
Genere
Fantasy

Titolo citato nel Catalogo Fs di Vegetti - PRIMA EDIZIONE - Brossura C/Sovracop.- ASSAI RARO

"La credenza popolare nordica, fin dai tempi delle saghe, ha relegato tutta la malvagità nel Nordland. Lassù i lapponi hanno esercitato le loro stregonerie, e là sulle sponde del cupo Mar Glaciale, invernale e impetuoso, stanno ancora gli dèi primitivi spinti agli estremi confini della terra, le spaventose potenze demoniache informi nelle tenebre, contro le quali combatterono le nuove divinità, ma che solo Sant'Olaf con la vittoriosa spada crociata luccicante al sole potè mettere ai ceppi... Gnomi, benevoli elfi, ondine malate d'amore si aggirano per le case... ci sono anche dei miti esseri sotterranei che, invisibili accanto alla popolazione, si dedicano sulle loro barche a una pacifica pesca. Ma accanto a loro un intero esercito di spiriti maligni che adescano gli esseri umani, di fantasmi di annegati che bramano la terra consacrata, di giganti delle montagne, di spettri umani che remano in barche dimezzate e che nelle notti invernali ululano paurosamente nei fiordi. Più di uno che si è trovato in pericolo è morto per lo spavento alla vista dello spettro e i magici poteri dei veggenti non sono stati loro di nessun aiuto".

Jonas Lie (1833-1908) trascorre l'infanzia a Tromso, cittadina del nord della Norvegia allora distante settimane di viaggio dalla capitale, e punto d'incontro di cacciatori di pellicce, pescatori .lapponi e finlandesi, mercanti russi. Laureatosi in giurisprudenza, si dedica alla letteratura solo dal 1868, dopo un tracollo della sua attività di commerciante di legname. Il successo del primo romanzo, // veggente (1871), e lo stipendio di poeta di cui gode dal 1874, gli consentono di trasferirsi a Roma, poi in Germania e a Parigi. All'estero scrive i romanzi successivi: // tre alberi "Avvenire" (1872), Il pilota e sua moglie (1874), permeati dell'atmosfera fantasiosa del primo; Condannato a vita, La famiglia di Gilje (1883), Le figlie del comandante (1886), Maisa Jons (1888), Potenze del male (1890), con notevoli descrizioni della vita borghese della Norvegia del primo Ottocento. Nelle ultime opere, tra cui Trold (1891-92) e Fiabe (1909), la natura romantica e il tono di fiaba e di saga prendono di nuovo il sopravvento.