Aggiungi al carrello
prezzo: €16.50€ 8,50 SCONTO 48%

La Strategia dell'Ariete - Collana Strade Blu

Romanzo


Data uscita
Gennaio 2019
Condizioni
 
mint legenda
LIBRO NUOVO ma con una piega sul dorso
Copie disponibili
solo una copia
Pagine
452
Venduto da
BCLibri
bclibri@delosstore.it
Autore
Zen. Kai
Collana
Strade Blu
Mondadori 2007
Genere
Horror, Fantasy

Chi incontra il Demone muore, chi non muore diventa schiavo, chi non diventa schiavo diffonderà il demone. -

PRIMA EDIZIONE - Brossura C/Alette - Prezzo di cop.€.16,50 -BCsconto 40% + 10% soci

Un romanzo storico collettivo a forte valenza politica, un'avvicente cavalcata nel tempo sulle tracce di "Q" dei Wu Ming. Un'ombra attraversa il Tempo: dall'antico Egitto, dove ha avuto origine, un pericolo minaccia il destino dell'Uomo. Un segreto custodito nei millenni da chi ha scelto di non avvalersi della sua potenza distruttrice. A Shanghai, anni Venti, sullo sfondo di una situazione storica e sociale caotica, tra la fine di un impero antichissimo e le prime mosse del neonato partito comunista cinese, si muove Shanfeng, giovane servo fedele del professor Einrich Hofstadter: uno scienziato giunto in Cina seguendo le tracce del terribile Respik di Seth, ribattezzato nei secoli come AI-Hàrith, l'Ariete, l'appellativo di Satana nel Corano. Shanfeng però è anche uno dei migliori sicari della società segreta della Triade, che controlla gli affari sporchi di Shanghai e si vedrà costretto a fuggire contribuendo, in modo quasi inconsapevole, alla diffusione di AI-Hàrith nel mondo. Il segreto del Respiro di Seth passerà per le mani dello spietato e decadente figlio del professor Hofstadter, Dietrich, che ne farà strumento per le sue ambizioni prima a Berlino negli anni '30 e dopo in un cupo laboratorio perso nella giungla amazzonica, sul finire della Seconda Guerra Mondiale. Qui si compirà il suo destino. Ma il maleficio di AI-Hàrith ricomparirà anni dopo in USA... Kai Zen è un ensemble narrativo nato nel 2003. I suoi membri sono Jadel Andreetto, Bruno Fiorini, Guglielmo Pispisa, Aldo Soliani.