Aggiungi al carrello
prezzo: €16.00€ 10,00 SCONTO 38%

L'Arlecchino -=

Romanzo


Data uscita
Dicembre 2018
Condizioni
 
near mint legenda
VCZ13
Copie disponibili
solo una copia
Venduto da
BCLibri
bclibri@delosstore.it
Autore
Morris West
Collana
Omnibus
Mondadori 1975
Genere
Fantascienza

PRIMA EDIZIONE - RILEG. C/SOVRACOP. -

Quali sono i rischi di una società completamente regolata dai computers? Ecco li tema di questo romanzo ad alta tensione che riunisce le caratteristiche del giallo e del « thrilling » fantapolitico. Harlequin, uomo dal fascino magico, in cui mirabilmente si amalgamano le doti del tecnocrate e quelle dell'esteta, è per natura e destino un eterno vincente. Ma, all'improvviso, vede minacciate le sue sostanze e il suo prestigio, la sua vita e quella dei familiari, dalla scoperta di un rilevante ammanco denunciato dai calcolatori elettronici della Creative Systems Incorporata americana di cui la sua banca europea si vale per la contabilità. Sono due imperi finanziari che si scontrano: da un lato c'è Harlequin, gentiluomo dai modi squisiti, dall'altro Basii Yanko, individuo senza scrupoli su cui grava il sospetto di aver manipolato i computers per poter rilevare la « Harlequin et Cie ». Investigatori privati, FBI, agenti segreti di vari paesi: tutti sono coinvolti in questa battaglia senza esclusione di colpi, che ha come sfondo un'America da incubo. Garantire la giustizia è tuttavia impossibile giacché i protagonisti della vicenda si rivelano in realtà semplici pedine su una scacchiera dove la posta in gioco è molto più elevata di qualche milione di dollari. C'è di mezzo l'oro nero e dunque la sopravvivenza stessa del mostro opulento. Morris West ha dato vita a un intrigo vertiginoso che lascia senza fiato il lettore: un carosello di azioni e di personaggi presentati con tecnica consumata e stile scintillante. L'autore offre così una nuova conferma delle sue straordinarie capacità di mettere a fuoco e di drammatizzare, di là dalla veste fantapolitica, la scottante realtà odierna fin dentro le sue pieghe più oscure: nella « Salamandra » lo spettro della reazione in Italia, qui l'apparire degli sceicchi del petrolio all'orizzonte economico dell'Occidente in declino. Il finale del libro è a sorpresa: che altro ci si poteva aspettare, del resto, da un lontano discendente di Arlecchino, se non un eccezionale numero di illusionismo?