Aggiungi al carrello
prezzo: € 6,90 per i soci: € 6,21

Profondità

Altro


Data uscita
Ottobre 2016
Copie disponibili
ampia disponibilità
Pagine
78
Rilegatura
brossura
Tempi medi di preparazione prima della spedizione
1 giorni
Venduto da
Bazaar del Fantastico
bazaar@delosstore.it
Autore
Livia Llewellyn
Collana
Visioni n. 1
Edizioni Hypnos 2016 - ISBN: 9788896952450
Reparto
Weird
Genere
Horror, Narrativa

Gillian non ha mai visto alcun genere di regione selvaggia di persona, non si è mai avventurata oltre la calca di edifici in qualsiasi parte del mondo dove Obsidia non è, ma può immaginarlo. Le spirali sulla punta delle sue dita premono, fanno presa sulle sottili venature bianche impigliate nel verde. Non sa da che parte del mondo venga quella scheggia, o se ci siano foreste e alberi dove un tempo si trovava, ma non importa. Le sue dita scaldano e lisciano la superficie, e immagini si dispiegano nella sua mente, una combinazione della sua fantasia e dei fili di memoria antidiluviani incastonati nella pietra: affioramenti irregolari di macigni coperti di muschio, eruttanti da piane di foreste come ossa che squarciano pelle invecchiata, butterata e lisciata da piogge autunnali. Le dita si muovono, carezzano, e il marmo risponde, si muove; e ritorna immobile.

Obsidia si estende in una tentacolare foresta di ciminiere degna di un Dickens post-apocalittico, mentre sibille marine vaticinano inalando esalazioni venefiche e divinità ctonie provenienti dagli abissi siderali chiedono di essere liberate dalla pietra...

Il viaggio di Gillian è un ritorno alle tenebre della sua infanzia, alle miniere di carbone, un'esplorazione degli abissi della propria anima, della sua Profondità. Ma Livia Llewellyn offre anche un punto di vista cosmico e lovecraftiano, con il quale prendere le misure dell'esistenza umana: la prospettiva dei marmi e delle ere geologiche che li hanno plasmati, quella delle creature immani imprigionate tra le fiamme degli incendi sotterranei, per le quali la presenza umana è semplicemente un dato non registrato, troppo insignificante per essere notata.